h o m e

b i o g r a f i a

c r e a z i o n i

p e d a g o g i a

c a l e n d a r i o

c o n t a t t i

e n g l i s h

IL GRANDE VIAGGIO

"L'orditura delle luci è sapientissima e così l'uso delle melodie che accompagnano l'azione e conferiscono densità d'atmosfera, palpabile e lieve allo stesso tempo. La messinscena si traduce in una continua e libera stimolazione di fantasia, che tuttavia rifiuta l'anarchia di un immaginario generico per essere invece incanalata, plasmata in una cifra specifica che fa della rarefazione favolistica il tramite di traslazione di un messaggio"
Marianna Masselli, Teatro e Critica

L’entrée en matière en dit long, l’atmosphère de brouillard enveloppe dans la Commedia dell’Arte, passant du rire aux larmes, de l’absurde à la comédie. Le jeu des comédiens est exemplaire, sans fautes dans ce décor romantique italien. La conception des objects scénique est éblouissante, ingénieuse, suprenante.

la regia di Alessandro Serra, che cura anche il testo, le scene e le luci, porta sul palco la potenza rappresentativa di Hayao Miyazaki. Le immagini si vaporizzano come nuvole una polvere surreale e magica si sprigiona dai personaggi, sempre brillanti e dinamici.
Giusi Borghese

 

 

IL GRANDE VIAGGIO